Ultima modifica: 6 febbraio 2017
Istituto Comprensivo "Mattioli" di Siena > Sportello di ascolto psicologico

Sportello di ascolto psicologico

Dottoressa Eleonora Barbetti

email: sportelloicmattioli@gmail.com

Sportello – solo alunni scuola secondaria, mettendo un biglietto in apposita cassetta lettere
ogni martedì, dalle 10.00 alle 13.00

(dal 7 febbraio all’ultima settimana di maggio)

Consulenza aperta anche a genitori e docenti

Perché uno sportello di ascolto?

  • per garantire un sostegno significativo al gruppo degli insegnanti dell’Istituto Comprensivo per la gestione delle difficoltà comportamentali, relazionali ed emotive in classe;  
  • per fornire un servizio di supporto ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie che possa trovare nella scuola una prima risposta ai  bisogni;
  • per monitorare  l’esperienza rispetto ai benefici dei ragazzi, delle famiglie e della scuola stessa.

La presentazione del dirigente scolastico

Cari genitori,

come è noto la scuola è un ambiente di vita in cui si compiono alcune esperienze fondamentali per lo sviluppo della personalità individuale: la relazione con compagni e insegnanti, l’incontro con le regole di una comunità, la percezione di efficacia nella sfida dell’apprendimento, sono solo alcuni esempi delle prove che possono consolidare sicurezze o acuire fragilità. Dal semplice confronto con i compagni, prima ancora che dal giudizio degli insegnanti, i ragazzi ricevono dati su cui costruire la propria autostima, dati che si intrecciano inevitabilmente con le aspettative di successo proiettate dai genitori. Per fortuna, generalmente, quello che si innesca è un processo positivo che restituisce all’alunno un’immagine di sé rafforzata dal superamento delle diverse prove e dalla soddisfazione di averlo fatto, per la prima volta, senza il vostro aiuto. Quando ciò non accade però, riteniamo importante vigilare sul processo stesso con la consulenza di uno psicologo, che possa raccogliere i bisogni di alunni, insegnanti, genitori.

Abbiamo quindi deciso di attivare per il secondo quadrimestre dell’a.s. 2016/17 uno Sportello scolastico di ascolto e supporto psicologico al fine di identificare precocemente il disagio e sostenere la scuola nell’accompagnamento educativo degli alunni. Tale attività si colloca nel quadro di una serie di scelte compiute in fase di programmazione dell’offerta formativa volte a tutelare il benessere degli studenti e migliorare l’attenzione ai bisogni personali, naturale premessa della personalizzazione dell’insegnamento cui siamo chiamati.

Oltre alla modalità classica dello sportello, rivolta alla sola scuola secondaria, potrà essere svolta un’osservazione diretta delle dinamiche in classe nei vari ordini, per fornire consulenza a docenti e genitori sulle strategie relazionali, didattiche, terapeutiche da adottare o suggerire.

in particolare gli obiettivi specifici saranno:

  • garantire un sostegno significativo al gruppo degli insegnanti dell’Istituto Comprensivo per la gestione delle difficoltà comportamentali, relazionali ed emotive in classe;  
  • fornire un servizio di supporto ai bambini, ai ragazzi e alle famiglie che possa trovare nella scuola una prima risposta ai  bisogni;
  • monitorare  l’esperienza rispetto ai benefici dei ragazzi, delle famiglie e della scuola stessa.

A fornire questo servizio sarà la dott.ssa Eleonora Barbetti che svolge analoga attività da diversi anni presso altre scuole cittadine. Il servizio sarà attivo ogni martedì, dalle 10.00 alle 13.00, a partire da martedì 7 febbraio fino all’ultima settimana di maggio.

Modalità di fruizione del servizio:

  • per docenti dell’I.C. Mattioli

Dopo una definizione del problema e dei bisogni, si concorderà con il docente il tipo di intervento necessario, che potrà prevedere un’osservazione sul campo delle dinamiche in oggetto e una co-progettazione di  interventi su misura per la classe.

  • Per gli alunni della scuola secondaria di primo grado.

Colloquio individuale con l’obiettivo di dare ascolto al disagio e di dare sostegno.

Come accedere:  gli alunni della scuola secondaria di primo grado potranno richiedere un colloquio mettendo un biglietto in una cassettina. Il primo colloquio non necessita dell’esplicito consenso di chi esercita la potestà genitoriale. Successivamente, la professionista valuterà la necessità di acquisire il consenso.

  • Per i genitori degli alunni dell’I.C. Mattioli  

Colloquio con l’obiettivo di dare ascolto al disagio, di dare sostegno, orientare le scelte terapeutiche.

 

 

CondividiShare on FacebookShare on Google+Tweet about this on TwitterShare on LinkedInPrint this page



Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi